o Mappa

Settore d’attività economia

Agricoltura sostenibile

L'agricoltura plasma il paesaggio dei parchi in maniera importante: più di un terzo della superficie dei parchi svizzeri è ancora utilizzato per l'agricoltura. Con la certificazione dei prodotti viene promossa un'agricoltura sostenibile. Inoltre la gestione biologica è più frequente rispetto al resto della Svizzera.

Esempio: Parco naturale regionale Gruyère Pays-d'Enhaut

Valorizzazione della produzione agricola
L'agricoltura di montagna e alpina fanno parte dell'identità del parco naturale regionale Gruyère Pays-d'Enhaut; fanno parte del loro paesaggio, delle loro traduzione e della loro vita economica e sociale. L'agricoltura è perciò un partner importante del parco. Quest'ultimo si è ingaggiato molto per la creazione e lo sviluppo della connessione ecologica e dei progetti della qualità del paesaggio.
Per i produttori la produzione agricola riveste comunque un ruolo centrale. In un ambiente dove i formaggi AOC e i marchi regionali sono già fortemente sviluppati, il marchio del parco è un ulteriore plus per il commercio dei prodotti. Le cooperative e i produttori hanno riconosciuto infretta il potenziale del marchio: all'incirca 100 prodotti sono attualmente certificati. I prodotti provengono da 17 aziende partner, le quali a loro volta rappresentano 160 aziende agricole.
In collaborazione con gli agricoltori interessati il parco ha condotto un'analisi della situazione dell'ultimo macello situato sul suo perimetro, di proprietà del comune d'Oex. In seguito ha accompagnato la realizzazione delle misure proposte. Una cooperativa regionale che ha ripreso il funzionamento del macello, è stata istituita. La sua attività è aumentata significativamente, a vantaggio del benessere degli animali (meno trasporti) e di circuiti di commercializzazione brevi (valore aggiunto regionale). In un'altro ambito, il parco ha implementato un progetto sulla gestione sostenibile dei pascoli in collaborazione con gli agricoltori e la scuola agricola.

François Margot, Direttore

Esempio: Parco Nazionale Svizzero

Eldorato per gli osservatori di animali
Il Parco nazionale svizzero è stato fondato più di 100 anni fa, per proteggere dalle attività umane e per permettere la ricerca scientifica in un pezzo di paesaggio naturale alpino. Il progetto, in primo luogo nato come progetto di protezione della natura, si é rivelato anche economicamente vantaggioso. Nella nostra società impregnata di stress queste isole di pace e dov'è possibile sperimentare la una natura pura diventano rivestono un'importanza sempre maggiore. Sono ben 150'000 i visitatori che ogni anno si recano al PNS, per ricaricarsi di nuova energia. Le possibilità di osservare gli animali selvatici giocano un ruolo centrale. Grazie alle disposizioni di protezione severe gli animali si sono abituati ai visitatori e sono meno timidi. In questo modo é possibile osservare un ricco numero di specie dai sentieri. Molto conosciuta è la Val Trupchun, dove durante i giorni più chiari transitano attraverso i pascoli aperti fino a 400 cervi. Un Highlight sono anche i gipeti barbuti, introdotti nel parco dal 1991-2007 oggi covano con successo.

Hans Lozza, Responsabile comunicazione

Prodotti regionali

Prodotti regionali provenienti dai parchi e con il marchio «parchi svizzeri» diventano eccellenti. I produttori contribuiscono in questo modo al raggiungimento degli obiettivi del parco. I parchi sostengono i produttori nella commercializzazione dei prodott.
Nel frattempo ci sono più di 1700 prodotti certificati da 14 parchi. Diverse offerte consentono di sperimentare la produzione e i diversi paesaggi da essa influentati.

Turismo sostenibile

Escursioni in paesaggi alpini, gite in regioni collinari, trekking in ripide formazioni rocciose o circuiti in bicicletta elettrica nei frutteti fioriti... le offerte dei parchi svizzeri si rivolgono al grande pubblico: famiglie, privati o scuole, gruppi o aziende.
Poiché esso genera valore aggiunto nella regione, il turismo rappresenta d'altronde un importante potenziale economico per i parchi svizzeri. Lo sviluppo dell'offerta turistica si basa sui valori dei parchi e tiene conto dei criteri tanto ambientali quanto sociali. Il turismo nei parchi è stato peraltro premiato nel 2016, quando i parchi svizzeri sono stati finalisti del premio internazionale per il turismo sostenibile, il «Tourism for Tomorrow Award».

La mobilità lenta
Al giorno d'oggi, la mobilità e i trasporti rappresentano una sfida importante per il settore del turismo e del tempo libero. I parchi svizzeri contano sulla mobilità lenta e sui trasporti pubblici per sostenere lo sviluppo sostenibile della loro regione. Tutte le attività nei parchi svizzeri sono accessibili con i trasporti pubblici e numerosi partenariati sono stati instaurati a livello nazionale e regionale per promuovere la mobilità lenta. Scopri le offerte dei parchi.

I parchi svizzeri per tutti
I parchi si impegnano a favore di un turismo accessibile a tutti, e più precisamente anche alle persone con disabilità, attraverso tre strategie principali: miglioramento delle informazioni disponibili sull'accessibilità delle offerte, sensibilizzazione e formazione di dipendenti e partners, e sviluppo di offerte specifiche accessibili (percorsi senza ostacoli, messa a disposizione di infrastrutture, ...). Questi progetti sono in particolare sostenuti da Denk an mich nell'ambito dei «progetti del giubileo».

Valore aggiunto

I parchi fanno attenzione alle catene di produzione a più livelli nel territorio del parco. In questo modo il valore aggiunto rimane nella regione. La popolaione locale è allo stesso tempo produttore e consumatore dei propri prodotti.

Anche il turismo apporta molto valore aggiunto: studi stimano che, ogni franco studi stimano che ogni franco investito con i fondi pubblici aumenta di 6 volte il proprio valore.